Un’insolita lezione con Tim Cook

Giovedì scorso, dieci di noi hanno avuto modo di rappresentare il Cnos-fap “Rebaudengo” ad un importante evento, che si è svolto a Firenze. L’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, l’organizzazione che promuove il progettoIl Quotidiano in Classe, a cui abbiamo aderito sia questo che lo scorso anno, ha inaugurato la sua ventesima edizione, invitando gli istituti superiori di tutta Italia ad un incontro con un ospite d’eccezione, Tim Cook, l’amministratore delegato di Apple, considerato a tutti gli effetti l’erede di Steve Jobs. Davanti a una platea straripante di studenti, questo noto personaggio ha offerto molti spunti su cui riflettere, insistendo sull’importanza di riscoprirci come persone. Lui, infatti, ha affermato che non teme che in futuro i robot possano sostituire gli uomini, ma piuttosto che gli uomini inizino a comportarsi e a pensare come dei robot. Ha invitato i giovani presenti a riflettere sui propri obiettivi, non tanto chiedendosi cosa o chi “vogliano diventare”, ma piuttosto domandandosi quale sia il contributo che possono dare alla società, per renderla migliore. Raccontando la sua storia, una storia che parte da umili origini (suo padre era un operaio navale e sua madre una commessa) e da lavori modesti, svolti per pagarsi l’università (ha iniziato facendo il garzone dei giornali), ha dimostrato come l’approfondimento, l’impegno, la perseveranza portino lontano. Tra i vari temi trattati, ha incoraggiato noi adolescenti a sviluppare un pensiero critico e responsabile, in grado di evitare, attraverso la buona informazione, il bombardamento di fake news, a cui sempre più spesso siamo sottoposti. Si è parlato, poi, di tanto altro: di ambiente, lavoro, privacy… Tim Cook ha ascoltato le domande dei giovani, anche le più provocatorie, senza limitarsi nelle risposte, talvolta altrettanto inaspettate. “Se guardate il vostro smartphone, anche se è un Iphone, più a lungo che una persona negli occhi, allora state sprecando il vostro tempo”… probabilmente è questa la frase che più ci ha colpiti e che abbiamo deciso di condividere con voi, perché troppo spesso un cellulare distoglie la nostra attenzione da un compagno in difficoltà e la vita virtuale sembra cedere il passo a quella reale. Ringraziamo i direttori e i tutor per averci dato l’opportunità di vivere quest’esperienza, ricca sotto il profilo formativo e umano: abbiamo condiviso la nostra quotidianità conoscendo dei compagni di altri corsi, ci siamo confrontati con le idee di altri coetanei, abbiamo apprezzato la bellezza di opere che, difficilmente, di nostra iniziativa, avremmo approfondito e soprattutto abbiamo colto degli insegnamenti che ci auguriamo possano guidarci in futuro.   A cura del Gruppo Reba a Firenze

Il CFP Rebaudengo dà il benvenuto a don Luca!

Ricominciati i lavori al CFP Rebaudengo con una grande novità: don Luca Barone è il nuovo Direttore dell'Opera Salesiana Rebaudengo e succede a don Luigi Compagnoni che ha trascorso molti anni della sua attività sacerdotale al Reba ed è ora chiamato a dirigere la Casa Salesiana di Alessandria.

Il nostro ringraziamento è rivolto a don Luigi per il supporto e l'incoraggiamento che ha profuso in questi anni e per la sua presenza discreta ma significativa tra i giovani del CFP. A lui il nostro affettuoso augurio per il suo nuovo incarico.

Accogliamo con gioia ed entusiasmo don Luca che, questa mattina, ha dato la sua indicazione per questo nuovo anno formativo. Sarà, infatti, un anno improntato sulle 3 "A": ACCOGLIENZA, ASCOLTO e ACCOMPAGNAMENTO dei ragazzi/e che varcheranno, a breve, il cancello del Reba per intraprendere il loro cammino formativo.

Benvenuto don Luca e buon anno formativo!

Open Day Rebaudengo 2019-2020

Gli OPEN DAY, che nella nostra tradizione salesiana chiamiamo PORTE APERTE, sono realizzati con lo scopo di far visitare ambienti, officine e laboratori dove si svolgono le attività formative.
  • Giovedì, 22 Novembre l'Open day è prolungato con la sola presenza di alcuni formatori fino alle 18.30
  • Sabato, 1 Dicembre dalle 8.30 alle 13.30 Open day straordinario 
Al Rebaudengo, in particolare, i ragazzi possono apprendere le competenze per esercitare i vari mestieri disponibili nei settori della meccanica industriale, dell’automotive, della carrozzeria e dell’impiantistica elettrica civile ed industriale. Che tipo di percorso si può fare se si sceglie di accedere ai nostri corsi di formazione? Dopo tre anni di formazione è possibile sostenere l’esame di QUALIFICA PROFESSIONALE e conseguire il titolo, che è il primo raggiungibile per assolvere all’Obbligo di Istruzione nel nostro ordinamento attuale. E poi? E poi si potranno aprire le porte del mondo del lavoro come accade a buona parte dei nostri allievi. Oppure si può continuare la propria formazione frequentando il corso per conseguire il diploma professionale, che completa la filiera dell’istruzione nel sottosistema della Formazione Professionale "ordinamentale". Per quanto riguarda il nostro Centro le visite sono guidate dai formatori delle varie aree e si potranno visitare i laboratori e le aule, vedendo in azione i nostri allievi durante le lezioni. Inoltre è anche possibile organizzare degli appuntamenti su prenotazione.  

Accoglienza a Santa Chiara per i ragazzi di seconda e terza

L’esperienza di Santa Chiara è da vivere, più che descrivere, perché è difficile solo a parole dare il giusto risalto a questi tre giorni di ritiro. Santa Chiara è un forte difensivo della Val di Susa, posto a 1513 metri d’altezza: un luogo spartano, ma fornito di tutto l’essenziale e soprattutto immerso nel verde. I ragazzi del “Reba” ormai lo conoscono bene, perché è consuetudine ogni anno, nelle prime settimane di settembre, trascorrervi qualche giorno in compagnia della propria classe e dei formatori. E’ l’occasione per iniziare insieme l’anno formativo con la revisione da parte degli studenti su cosa sia funzionato bene e cosa no l’anno precedente. Ci si confronta, partendo ciascuno dal proprio punto di vista, per imparare a comprendersi e a capire cosa poter offrire al gruppo classe. Ecco, gli “altri”: è proprio qui che i ragazzi si scoprono, mescolati per classi ed età, cercando di relazionarsi fra loro e con i formatori attraverso il gioco, ma anche la quotidianità del preparare la colazione o lavare i piatti della cena. E non manca Lui, il Signore Gesù, in brevi momenti di riflessione, durante la Santa Messa, nel tempo libero, nel panorama incontaminato offerto dalla natura del luogo. A Santa Chiara le giornate trascorrono veloci, in amicizia, tra canti, passeggiate, corse a perdifiato e attività, fino alla sera, il momento più suggestivo, quando fuori il buio fascia i monti e dentro al salone animato da strilli, applausi, canti e scenette brillano ridenti gli occhi dei ragazzi. Poi il torrente di voci si smorza, l’agitazione si placa, sopraggiungono le prime tentazioni del sonno. E’ ora di ringraziare per le gioie, le fatiche e le conquiste della giornata. Ed è in questi attimi che i pensieri galoppano lontano, si dimenticano le cattiverie, i pesi del cuore, le paure, ci si commuove su se stessi e sul mondo, con un sorriso di speranza, una speranza che ammicca al nostro futuro. Eleonora Robuschi

Inizio Anno Formativo 2018-19 al CFP Reba!!

Keep calm and enjoy your time off ;)

Keep calm and enjoy your time off 😉

  I corsi per l'Anno Formativo 2018-19 riprenderanno in Settembre al Centro di Formazione Professionale Rebaudengo!   Ecco i giorni e gli orari per ciascun corso:   SECONDI CORSI (BIENNALI E TRIENNALI) E TERZI CORSI 13 Settembre 2018 con orario 8-12 PRIMI CORSI 14 Settembre 2018 con orario 8-12 QUARTO ANNO 11 Settembre 2018 avvio Laboratorio recupero apprendimenti Elettrico/Meccanico con orario 8-12   N.B. Verrà data indicazione il primo giorno, dal tutor, dell'orario provvisorio per i giorni a seguire.

CONCORSI NAZIONALI: UN’OCCASIONE PER CONOSCERSI E SCAMBIARSI ESPERIENZE

Il 17 aprile a San Benigno Canavese si è aperta l’edizione 2018 dei Concorsi Nazionali CNOS-FAP, un evento annuale giunto ormai alla dodicesima edizione che vede oltre 200 giovani tra i più promettenti e più meritevoli, provenienti dal circuito della formazione professionale salesiana, misurarsi in prove di carattere integrativo e professionale (a seconda dei settori), riguardanti il raggiungimento delle competenze che l’allievo dovrebbe aver appreso al termine del percorso formativo. Da sempre, però, i concorsi nazionali CNOS-FAP non hanno una valenza unicamente competitiva, bensì si pongono come scopo principale quello di mettere in relazione gli allievi provenienti da contesti diversi e con bagagli di esperienze differenti, al fine di creare un’interconnessione tra le varie realtà professionali dislocate sul territorio nazionale secondo il principio per cui “se io ho un’idea e tu un’altra, confrontandoci torneremo entrambi a casa con due idee”. Il calendario dei Concorsi Nazionali è fitto di impegni, che si suddividono, in diversi centri dislocati in tutta Italia, a seconda del settore di appartenenza: 17-20 Aprile: area Cultura e area Matematico-Scientifica(San Benigno Canavese) 07-11 Maggio: Settore Meccanico(Arese), Settore Elettrico Automazione, Settore Elettrico Domotica e area Informatico-Digitale (Sesto San Giovanni) 8-11 Maggio: Settore Grafico e Settore Serramentista (Torino Valdocco) 15-18 Maggio: Settore Automotive (Firenze), Settore Energia (Muzzano Biellese) e Settore Ristorazione (Roma Borgo Ragazzi don Bosco) Ovviamente il CFP Rebaudengo ha mandato i suoi ragazzi più meritevoli ai Concorsi Nazionali affinché dimostrino quanto hanno imparato durante il loro percorso formativo e conoscano le altre realtà, confrontandosi con i loro coetanei, conoscendo persone nuove e scambiandosi idee e suggerimenti per un miglior apprendimento e per il futuro ingresso nel mondo del lavoro. Nella mattinata di lunedì 23 aprile, durante una piccola cerimonia in teatro, i concorrenti che rappresenteranno il Reba alla competizione nazionale sono stati presentati all’intero centro. A tutti loro va il nostro più forte “In Bocca al Lupo” e il nostri supporto per questa piccola-grande avventura.

(Alessandro Poma)

La Cerimonia di consegna degli Attestati di Qualifica e Diploma Professionale al CFP REBAUDENGO

La Cerimonia di consegna degli attestati di qualifica e diploma professionale al CFP REBAUDENGO si è svolta come da programma giovedì 14 dicembre, a conclusione della giornata che prevedeva l'open day per le iscrizioni al prossimo anno formativo. Erano più di 70 i giovani ex-allievi dei settori meccanico industriale, elettrico e automotive, che giovedì 14 dicembre hanno ricevuto l’attesto a sigillare la conclusione del loro percorso formativo. Presenti anche le loro famiglie e oltre una ventina di aziende partner. La cerimonia si è svolta alla presenza del Direttore dell’Opera Don Luigi Compagnoni, del Vice Presidente e del Direttore Generale dell’Associazione CNOS-FAP Regione Piemonte, rispettivamente i salesiani Sig. Gianluca Toso e l’Ing. Lucio Reghellin, e delle autorità quali la Prof.ssa Barbara Azzarà, Consigliera con delega all’Istruzione e alla Formazione Professionale per la Città Metropolitana e il Presidente Dr.ssa Carlotta Salerno, accompagnata dal coordinatore della commissione lavoro dr. Antonino Ledda, per la Circoscrizione 6 di Torino. Al saluto inaugurale di Don Compagnoni è seguito l’intervento del direttore del CFP, il Prof. Ermanno Duò, che ha spiegato le motivazioni dell’evento. Poi si sono susseguiti gli interventi delle autorità presenti e le testimonianze di alcune aziende che da anni collaborano con il CFP, prima di lasciare spazio al momento più importante della consegna degli attestati.       Le foto di rito a suggellare l’importanza del momento hanno concluso la cerimonia. Gli Ex-allievi che hanno ricevuto l’attestato di Qualifica Regionale hanno frequentato i corsi di “Operatore alla Riparazione dei veicoli a motore”, “Operatore Elettrico – Automazione industriale”, “Operatore Meccanico – Costruzioni su macchine utensili e a controllo numerico” e l’attestato di Diploma Professionale di “Tecnico della conduzione e la manutenzione di impianti automatizzati” nei tre settori del CFP rispettivamente AUTOMOTIVE, ELETTRICO E MECCANICO INDUSTRIALE.  

Mestieropoli

Venerdì 24 e sabato 25 novembre 2017

prenderà il via a Torino, presso la sala di Valdocco, in Via Maria Ausiliatrice 32, MESTIEROPOL1°, il Salone dedicato ai Mestieri, rivolto agli allievi e allieve di II e III media, ai loro insegnanti e ai genitori.

PROGRAMMA:
  • Venerdì 24 novembre: ore 9-17 Rappresentazione dei mestieri per le scolaresche e loro insegnanti ore 15,30 Incontro con la Consigliera Delegata alla Formazione Professionale e all’Istruzione, Dr.ssa Barbarà Azzarà, e i membri della IV Commissione Consiliare della Città Metropolitana di Torino
  • Sabato 25 novembre: ore 9-13 Rappresentazione dei mestieri aperta a tutti