Il CFP Rebaudengo ed il Progetto Formativo QUALITY PRO

logo quality pro

Il progetto formativo nato dalla collaborazione tra le riviste Parts in Officina e Car Carrozzeria e la Federazione CnosFap è divenuto realtà: i ragazzi dei Centri di Formazione Professionale hanno partecipato entusiasti alle prime lezioni delle aziende partner Arval, Federperiti, HellaGutmann, Mann-Filter, Petronas e Scania.
L’obiettivo è inserire nelle officine autoriparatori formati e pronti a contribuire concretamente allo sviluppo e alla crescita delle imprese che li assumono, con la certezza di affidarsi a giovani e seri professionisti, motivati da un profondo senso etico, così come Don Bosco pensava i suoi ragazzi, educati a ritenere il lavoro come la strada per la realizzazione dell’essere umano. Questi i presupposti del progetto Quality Pro, fortemente voluto e sostenuto dalle nostre riviste Parts In Officina e Car Carrozzeria insieme con la Federazione Cnos-Fap, Centro Nazionale Opere Salesiane – Formazione Aggiornamento Professionale, associazione senza scopo di lucro che dal 1977 coordina i Salesiani nel promuovere un servizio di pubblico interesse nel campo dell’orientamento, della formazione e dell’aggiornamento professionale. Uniti dall’impegno condiviso per la costruzione di una filiera verticale ad alta professionalità nei settori della meccanica e della carrozzeria, l’editore DBInformation e la Federazione hanno già inaugurato il percorso formativo ospitato negli istituti professionali Cnos-Fap e curato da qualificate realtà dell’Automotive italiano e internazionale. Il programma di interventi di formazione teorica e pratica si fonda sulla valorizzazione della qualità come elemento strutturale e trainante dell’educazione e della cultura professionale degli studenti, futuri operatori del mondo aftermarket.
Lanciato da poco, Quality Pro è già divenuto realtà. Il Centro Rebaudengo di Torino ha ospitato la prima lezione: 60 i ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa. Protagonista in aula, Davide Sassetti, Area Manager Nord Italia di Mann-Filter ed esperto di sistemi di filtraggio, che ha illustrato il mondo dei filtri installati su vetture e veicoli industriali, coinvolgendo i giovani in un confronto virtuoso. Non è mancato l’approfondimento su qualità e sicurezza, cardini trainanti dell’impegno di Mann-Filter nella ricerca: “La sicurezza”, ha ricordato Sassetti, “è il primo obiettivo per il riparatore: un filtro di scarsa qualità non solo è pericoloso per la meccanica, ma anche per l’automobilista”.

Mann1

Sono previsti per quest’anno altri due incontri, uno con Petronas e uno con Scania.
Il prossimo incontro è previsto per il 16 maggio 2017 e i ragazzi incontreranno Petronas Lubrificants.
Fondata nel 2008, è il ramo di PETRONAS che si occupa della produzione e della commercializzazione di lubrificanti di alta qualità per l’Automotive e l’industria in oltre 100 Paesi di in tutto il mondo.
La moderna mobilità accresce sollecitazioni e usura del corpo motore e dei componenti meccanici dei veicoli. La manutenzione dei motori non può prescindere quindi dalla conoscenza degli stress a cui sono sottoposti e dall’utilizzo di prodotti atti a proteggerli adeguatamente, ad assicurare performance e tenuta, nel fondamentale rispetto dei requisiti ambientali. Muove da tutto questo, la partecipazione di Petronas a Quality PRO, con il chiaro obiettivo di aumentare la consapevolezza dei nostri allievi sull’importanza dell’impiego di un prodotto di qualità e sulle cruciali ripercussioni tanto dal lato prestazionale che in quello ambientale.

Il terzo incontro sarà con Scania il 30 maggio 2017 e verrà presentato ai ragazzi un trattore Next Generation, l’ultima generazione di Truck del costruttore svedese premiata con il “Truck of the year 2017”. Roberto Lucchi, responsabile della formazione Scania, spiegherà nei dettagli tutti gli aspetti di innovazione tecnologica avanzata presenti sul mezzo.

Scania1

La conoscenza approfondita delle innovazioni tecnologiche, processi e servizi è infatti la strada maestra per affrontare le sfide del domani: una strada che Quality Pro ha aperto ai giovani e intende percorrere con loro fino in fondo.
Negli ultimi anni il settore Automotive ha dedicato alla cultura professionale un’attenzione sempre crescente, merito anche della nascita del Polo Formativo Tecnologico Automotive, che dal 2007 vede alcuni tra i più autorevoli operatori del settore, dai componentisti alle Case auto, fornire un contributo in termini di formazione e soprattutto di inserimento professionale delle giovani leve. La formazione è un’attività importante e strategica, ma è anche un lavoro che va fatto con il cuore e con passione, uniti all’eccellenza e alla qualità dell’insegnamento e delle testimonianze. Questi sono gli “ingredienti” di Quality Pro, che ha strutturato un programma di corsi e lezioni dedicati alla meccanica e alla carrozzeria, che coinvolge realtà qualificate dell’Automotive italiano e internazionale – partner dell’iniziativa ad oggi Arval, Federperiti, HellaGutmann, Mann-Filter, Petronas e Scania – dando voce alle aziende che hanno fatto della qualità il loro plus vincente e che hanno deciso di dare fiducia ai giovani, vera risorsa per l’aftermarket di domani. Il profilo professionale che si raggiunge al termine dei corsi triennali è quello di “Operatore alla riparazione dei veicoli a motore”, figura in grado di intervenire a livello esecutivo con autonomia e responsabilità limitate, secondo quanto previsto da procedure e metodiche. Al termine del quadriennio si diventa “Tecnico riparatore di veicoli a motore”.

Addetto MU a CN – Gi Group

image6

Ti sei qualificato in un CFP come il Rebaudengo “operatore alle Macchine Utensili tradizionali e a Controllo Numerico? bene ci rivolgiamo a te per offrirti un aggiornamento gratuito delle tue competenze e farti provare la nuova macchina a CN appena acquistata dal CFP.
image4

Al termine potrai essere selezionato per un proposta di lavoro da un’importante Agenzia di ricerca del personale.
Ad oggi Rebaudengo ha realizzato altri progetti simili e nell’ultimo, che si è concluso ad aprile 2016, più del 70% dei 15 iscritti oggi sta lavorando.
In questo momento le richieste che riceviamo dalle aziende del Settore Metalmeccanico per la figura di Operatore Addetto alle Macchine a Controllo Numerico sono in netto aumento e vogliamo offrire una nuova opportunità ai nostri ex-allievi.

Se sei interessato contattaci pure al numero 0112464863.
L’occasione ci permetterà di offrirti un colloquio per aggiornare il tuo Curriculum Vitae grazie agli operatori dello Sportello Lavoro che è in funzione presso il CFP da oltre un anno ed opera sul territorio di Torino Nord.
image1

Il corso durerà 160

I destinatari sono giovani maggiorenne inoccupati o disoccupati che hanno dichiarato la propria disponibilità al lavoro al CPI

Inizio previsto tra lunedì 17 e 31 ottobre 2016
8 ore al giorno
Nel programma del corso saranno inclusi argomenti specialistici di:
– tecnologia
– di controllo numerifo con la presentazione della nuova macchina utensile a CN “DMG con controllo HEIDENHAIN”
– software “Solid CAM” per la programmazione del controllo numerico
– disegno meccanico
– simulatore HEIDENHAIN per aumentare le esercitazioni pratiche
In attesa di rivederti
cordiali saluti.

image7

per INFORMAZIONI:
tel 011 24 29 787
e-mail segreteria.rebaudengo@cnosfap.net
orario di segreteria:
Lunedì, Mercoledì e Venerdì ore 8:30 -10
Martedì e Giovedì 14:30-15:30

Il Centro di Formazione Professionale Rebaudengo e la 30.BI-MU

Giovedì 6 Ottobre la seconda e terza meccanici si è recata alla BIMU, una fiera biennale in cui molte aziende mettono in esposizione le loro Macchine Utensili o i loro utensili. È stata davvero una fiera interessante per noi che abbiamo scoperto quanto sia vasto il mondo della meccanica e ci ha offerto uno spaccato di quello che potrà essere il nostro futuro lavorativo. È stata una bell’esperienza poiché abbiamo visto tecnologie e macchinari innovativi e molto costosi.

Andrea Ametta

DSCN5330

DSCN5326

DSCN5310

DSCN5304

IDRA – Team H2politO

h2polito

Nell’anno formativo appena concluso il Cfp Rebaudengo, con il settore meccanico, ha potuto collaborare al progetto H2politO del Politecnico di Torino.

Il Team H2politO è composto da studenti di ingegneria del Politecnico di Torino. Ognuno, con profilo ed esperienze scolastiche diverse, contribuisce a diversificare ed ampliare le conoscenze del Team, spaziando tra molteplici discipline ingegneristiche: Autoveicolo, Meccanica, Informatica, Elettronica, Aerospaziale, Energetica, Matematica, Telematica, Meccatronica, Gestionale, Cinema e dei Mezzi di Comunicazione e Design Industriale.

Al Team si sono affiancati i formatori del Centro per la progettazione e realizzazione di parti meccaniche del veicolo IDRA.

Di seguito vi presentiamo alcune immagini relative alla progettazione delle parti meccaniche e del veicolo realizzato.

20160413_104754

20160413_104725

20160707_182415

20160413_104607

Salesiani e Imprese: la collaborazione è realtà!

PROGRAMMA DELLA MATTINATA

Moderatore: Ermanno Duò – Direttore del Centro CNOS-FAP Rebaudengo

9:30 Registrazione partecipanti

10:00 Presentazione Don Mario Tonini – Direttore Amministrativo Federazione CNOS-FAP e Maurizio Todeschini – Segretario Nazionale Settore Meccanica Industriale Federazione CNOS-FAP

10:30 La Meusburger e il suo programma di formazione
Meusburger Georg GmbH – Marco Tagliabue

11:00 Dalla progettazione alla Macchina Utensile
Vero Solutions Srl – Davide Orengia

11:30 CNC, dinamici ed efficienti
Heidenhain Italiana Srl – Danilo Zaccaria

12.00 Intervento del Politecnico di Torino

12:30 Visita ai Laboratori del centro CNOS-FAP

13:00 Buffet

15 MAGGIO SAL DAY AL REBAUDENGO

unnamed

SAL DAY, una giornata per guardare insieme al futuro

Il 15 maggio si terrà il SAL DAY, giornata che celebrerà l‘attività di accompagnamento e orientamento al lavoro offerta agli allievi dei Corsi di FP da parte degli Sportelli orientativi di ogni singolo CFP salesiano. In questa giornata, i ragazzi avranno modo di confrontarsi con personalità del mondo del lavoro ed autorità politiche, e ascoltare testimonianze privilegiate di ex allievi che hanno scelto di diventare imprenditori. L’evento si inserisce all’interno del Progetto Servizi Al Lavoro (SAL) della Federazione CNOS-FAP – Salesiani per il lavoro, che si concretizza sul territorio nazionale, grazie alla presenza di appositi Sportelli, che forniscono un supporto ai giovani nell’ambito della ricerca o della ricollocazione occupazionale, candidandosi al ruolo di trait d’union tra domanda e offerta di lavoro.
(dal sito del CNOSFAP Nazionale)

Schneider Electric e Salesiani, una collaborazione che continua all’ EXPO 2015

La collaborazione fra Salesiani e l’impresa energetica Schneider Electric è attiva da molti anni, in diversi Paesi del mondo, nell’ambito della Formazione, della Solidarietà e dell’Energia. Presso la Casa Don Bosco all’Expo Milano 2015, “Educare i giovani, energia per la vita”, la collaborazione tra i due enti sarà più attiva che mai, dato che la Schneider Electric ha donato l’intero impianto elettrico della struttura.

di Andrés Felipe Loaiza, SDB

SPORTELLO SAL – Sede di Torino Rebaudengo

Cfp Rebaudengo

Cfp Torino- Rebaudengo

COSA SONO GLI SPORTELLI SAL?

Gli sportelli Servizi Al Lavoro (SAL), presenti nei Centri di Formazione Professionale della Federazione CNOS-FAP, offrono la possibilità alle persone in cerca di una opportunità lavorativa di essere accompagnate e guidate nella loro ricerca con il supporto della figura di un Operatore dell’Orientamento. Il servizio erogato verrà attuato attraverso una nuova metodologia di accompagnamento al lavoro che prevede a partire da un primo colloquio e successive fasi di consulenza la valutazione delle competenze e potenzialità del candidato con lo scopo di ottimizzare e facilitare il processo di un inserimento lavorativo che sia soddisfacente per le persone e per le aziende. Nel contempo gli sportelli Servizi Al Lavoro (SAL) della Federazione CNOS-FAP garantiscono attività di supporto alle aziende attraverso azioni che possano favorire la produttività delle imprese stesse, attraverso lo sviluppo ed il miglioramento delle competenze (organizzative, gestionali, trasversali, tecnico-professionali) dei dipendenti coinvolti nell’intervento. Il principio ispiratore del CNOS-FAP Servizi Al Lavoro per le aziende è la promozione dell’occupazione e della crescita sociale e professionale delle persone, con particolare attenzione all’inserimento dei giovani e dei soggetti in possesso di qualifiche professionali maggiormente richieste dal mercato del lavoro.

SERVIZI OFFERTI

L’Associazione CNOS-FAP – Centro Nazionale Opere Salesiane – Formazione Aggiornamento Professionale – fin dalla sua costituzione, nel 1978, è impegnata nella progettazione ed erogazione di servizi di formazione iniziale, superiore, continua, apprendistato, formazione aziendale, orientamento professionale, accompagnamento al lavoro, assistenza e consulenza all’imprese per la stesura di piani formativi aziendali. In particolare:

CNOS-FAP promuove l’occupazione e la crescita sociale/professionale delle Persone, con maggiore attenzione all’inserimento dei Giovani e degli Adulti in possesso di qualifiche professionali maggiormente richieste dal mercato del lavoro.
CNOS-FAP garantisce un’ampia e puntale informazione sui servizi offerti, sulle procedure e sulle regole di erogazione dei servizi attraverso il sito: www.cnos-fap.it
CNOS-FAP considera la qualità del servizio erogato come fattore primario, attraverso un continuo e costante monitoraggio delle attività erogate e della professionalità degli Operatori/trici.
CNOS-FAP favorisce la collaborazione con altri Soggetti pubblici e privati per lo sviluppo di una rete territoriale dei servizi per il lavoro al fine di fornire soluzioni adeguate ai bisogni professionali locali.
CNOS-FAP attualizzando l’esperienza di Don Bosco e dei Salesiani, assolve – senza scopo di lucro – ad un impegno sociale:
• promuovendo la dimensione educativa, culturale e solidale del lavoro umano;
• soddisfacendo la domanda formativa che, nella attuale fase storica, emerge fortemente da Giovani e Adulti in cerca di inserimento occupazionale, ma anche dai Lavoratori coinvolti in processi di riqualificazione;
• attivando iniziative di orientamento al lavoro per contrastare il rischio di marginalità professionale e sociale delle Persone;
• promuovendo l’attivazione di specifici sportelli di “servizi al lavoro” per rispondere alle esigenze delle Aziende e dei Lavoratori.

SERVIZI ALLA PERSONA

Le attività erogate dagli sportelli “Servizi al Lavoro” promossi dalla Federazione CNOS-FAP per le persone riguardano:

INFORMAZIONE: sostenere l’utente nell’acquisire informazioni utili nell’orientarsi e promuoversi nel mercato del lavoro e presentare i servizi offerti dalla rete regionale/nazionale pubblico e privata.
ACCOGLIENZA – PRIMO FILTRO e/o PRESA IN CARICO DELLA PERSONA: garantire all’utente la possibilità di essere preso in carico mediante un primo colloquio individuale.
ORIENTAMENTO PROFESSIONALE: sostenere l’utente nella costruzione e definizione di un percorso personalizzato utile a promuovere attivamente il suo inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro o a migliorare la sua posizione nel mercato del lavoro.
CONSULENZA ORIENTATIVA: sostenere l’utente che necessita di servizi di supporto per l’individuazione dell’obiettivo professionale, al fine di definire il percorso personalizzato utile a promuovere attivamente l’inserimento o il reinserimento o a migliorare la posizione nel mercato del lavoro.
ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO: supportare l’utente nella ricerca di un impiego e nelle attività correlate all’inserimento lavorativo o derivanti dalla necessità di migliorarne l’occupabilità ai fini dell’inserimento al lavoro mediante misure di formazione, tirocinio, stage, ecc.
INCONTRO DOMANDA/OFFERTA DI LAVORO: sostenere e agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, accompagnando il lavoratore verso un impiego, offrendo una risposta efficace sia al bisogno di collocazione lavorativa degli utenti, sia alle necessità professionali delle aziende.

SERVIZI ALLE IMPRESE

Le attività erogate dagli sportelli “Servizi al Lavoro” promossi dalla Federazione CNOS-FAP per le aziende riguardano:

1. La formazione “su misura”, consistente nella:
rilevazione dei fabbisogni professionali delle Imprese e definizione di processi di adeguamento delle competenze professionali delle Lavoratrici e dei Lavoratori;

stesura ed erogazione di percorsi di formazione continua per il miglioramento delle performances aziendali;

accompagnamento alla redazione di piani formativi personalizzati in ambito di apprendistato.

2. La valorizzazione e lo sviluppo delle risorse umane, declinabile come:

promozione dell’inserimento lavorativo di Giovani ed Adulti in possesso di qualifiche e qualificazioni professionali, mediante processi di selezione dei profili professionali;

attivazione di tirocini di formazione/orientamento o di inserimento/reinserimento lavorativo;

elaborazione di progetti di coaching aziendale, gestione delle risorse umane e definizione dei profili di carriera.

3. La consulenza aziendale, configurabile come assistenza ai Datori di lavoro per/e nell’applicazione delle normative inerenti le facilitazioni all’inserimento lavorativo e la fruizione di eventuali misure di accompagnamento.

4. L’incontro domanda/offerta di lavoro attraverso:

scouting e promozione nei confronti delle Imprese;

promozione degli inserimenti lavorativi in modalità di apprendistato.

DOVE SIAMO:
Sportello – CFP Torino Rebaudengo

C’era una volta (e ci sara’ ancora) la Formazione Professionale Salesiana a Torino.

Schermata 2014-10-10 alle 11.51.48Ancora una volta la formazione professionale salesiana guarda avanti. E per farlo rivolge lo sguardo indietro, alle sue radici.

Al Centro di Formazione Professionale Rebaudengo l’anno formativo è cominciato. Circa trecentocinquanta allievi hanno iniziato il nuovo anno con entusiasmo e allegria, così come Don Bosco insegna.
Le classi seconde e terze hanno trascorso un paio di giorni di preparazione sia umana sia formativa presso il Fortino di Santa Chiara, mentre le classi prime, come di consueto, hanno vissuto una giornata di orientamento ed accoglienza al Colle Don Bosco, la’ dove tutto ebbe inizio.

Nel bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco, in una Torino Città Metropolitana che sempre più ha bisogno di guardare al futuro, si apre l’anno formativo parlando di tradizione e innovazione.

Innovazione e tradizione. Un tema caro a Don Bosco ed ai Salesiani, che sanno bene che il futuro si fonda sulle propria storia e radici. Quasi duecento anni di esperienza tradotti In un’azione quotidiana concreta ed efficace in una Torino che ancora una volta sembra chiedere ai Salesiani di rinnovare la propria missione: accogliere, orientare, formare e introdurre al mondo del lavoro, con una particolare attenzione ai giovani ma anche agli adulti disoccupati, agli ultimi e ai più poveri. Nel solco del metodo preventivo di Don Bosco, che guardava ai giovani con cuore amorevole e sempre rivolto al loro futuro sia umano sia professionale.

Nell’ottica dell’interscambio e della condivisione tra le sedi torinesi del CNOS FAP, l’ente di formazione professionale salesiana, anche quest’anno i centri Rebaudengo, ValdoccoAgnelli ospiteranno tre momenti di festa e di riflessione comune, in cui gli allievi e i formatori salesiani si potranno confrontare con il mondo del lavoro e quello della politica.

Il primo appuntamento, l’inaugurazione dell’anno formativo, si terrà nella mattina di venerdì 17 ottobre 2014 al centro Rebaudengo, in piazza Rebaudengo 22.

L’incontro al Rebaudengo vuole essere un momento di confronto, di sport e di festa fra i ragazzi e i formatori.
Con questo appuntamento si vuole rendere gli allievi protagonisti, far conoscere alle autorità politiche il lavoro svolto dalla formazione professionale salesiana a Torino, dare visibilità ad aziende come Heidenhain, Schneider Electric e molte altre, che collaborano con questa realtà.

È prevista nella mattinata una tavola rotonda con la presenza del vicesindaco di Torino Elide Tisi e dell’assessore Gianna Pentenero, dal tema “Tecnologia: tra innovazione e tradizione“, che precederà l’inaugurazione di un nuovo macchinario, una macchina utensile a controllo numerico che servirà ad arricchire le attrezzature del Centro di Torino Rebaudengo

A moderare gli interventi sarà Maria Teresa Martinengo, giornalista de La Stampa di Torino.