Festa di don Bosco al Reba

"La festa del padre e amico dei giovani è motivo di grande speranza." Così inizia la lettera di don Enrico Stasi, Presidente del CNOS FAP Piemonte, rivolta agli allievi, genitori e formatori dei Centri di Formazione Professionale in occasione della festa di don Bosco del 31 gennaio 2019. E continua "Don Bosco credeva nei giovani, era uno scopritore di talenti e invitava tutti gli educatori a trovare in ogni giovane UN PUNTO ACCESSIBILE AL BENE SU CUI FAR LEVA".

Don Luigi, Direttore dell'Opera Rebaudengo

Al Reba, la festa di Bosco è motivo di allegria e gioco tra allievi e formatori. La preparazione coinvolge tutti e fa scoprire talenti nascosti e risorse inaspettate. Molti allievi hanno aiutato i formatori, oltre l'orario delle lezioni, per preparare l'allestimento del grande gioco. Sono state coinvolte tutte le classi, impegnate a rispondere alle domande di cultura, sulla vita di don Bosco e nei giochi di abilità. La partecipazione e l'entusiasmo sono stati contagiosi e la gioia della festa resterà nel cuore degli allievi. L'educazione è cosa di cuore (don Bosco)

Grande gioco in teatro

Statua di don Bosco ingresso Reba